Vinpeel degli orizzonti

"Speranza" è quando vuoi che qualcosa accada. Ma lo devi volere davvero tanto affinché accada davvero. Credo che speranza sia la parola giusta per descrivere l'esordio di Peppe Millanta, un romanzo malinconico e delicato in cui ogni personaggio ha ormai dimenticato cosa significhi essere felici. Dinterbild "è dove si arriva quando si decide di seppellire … Continua a leggere Vinpeel degli orizzonti

Annunci

Soli insieme/La manutenzione dei sensi

«Le ore di cammino nella notte erano le preferite di Martino. Nessuna domanda, nessuna parola, solo occhi spalancati, piccoli gesti e passi misurati per non fare rumore; inizialmente impacciati poi sempre più fluidi, naturali fino a essere parte di quel momento e di quell'ambiente. Come i rami sottili d’arbusto che tremolano al vento lieve, un … Continua a leggere Soli insieme/La manutenzione dei sensi

L’assenza presente/A misura d’uomo

"...si ritrova ad allungare una mano sul suo viso, a percorrere la cicatrice con un dito, a sfiorare la sua colpa sulla faccia di Davide..." In Emilia-Romagna, all'interno di un immaginario triangolo che collega Modena, Reggio Emilia, Parma e Mantova, sorge Fabbrico con il suo verde, il parco giochi, l'acquedotto e il cimitero con quella … Continua a leggere L’assenza presente/A misura d’uomo

Premio Napoli 2017/Parigi è un desiderio

"Ho sempre vissuto in un posto dicendomi che quello non era il mio posto." Andrea Inglese, con il suo primo romanzo, è finalista del Premio Napoli 2017 nella sezione narrativa. La sua è, a tutti gli effetti, un'opera prima essendo lui autore conosciuto di poesie e saggi letterari. "Parigi è questo sogno che mi sono … Continua a leggere Premio Napoli 2017/Parigi è un desiderio

C’erano un inglese, un francese e una napoletana/Non conquistammo che sabbia

Il deserto è un oceano della terraferma e l'immagine dell'immensità. La possibilità, e la fortuna, di presentare libri di autori di cui eri ignara, spesso esordienti in case editrici piccoline e sconosciute, riserva delle sorprese: incontri interessanti, chiacchierate allegre e piccoli pezzi di scrittura brillante. "Non conquistammo che sabbia" è il primo romanzo di Domenico … Continua a leggere C’erano un inglese, un francese e una napoletana/Non conquistammo che sabbia

Cambiamenti/Un anno di scuola

"Gli sembrava d'avere il cuore pieno di parole, eppure quando si trattava d'aprir la bocca non sapeva che cosa dirle." Anche se l'anno 1909-1910 è così lontano da me, la fine della scuola ha la stessa capacità di stordimento in ogni epoca. Ma a Trieste, nel ginnasio comunale Dante Alighieri, a scombussolare gli animi sarà … Continua a leggere Cambiamenti/Un anno di scuola

Sappiamo accettare?/La madre di Eva

Sono qui Eva, sono accanto a te. Sono seduta nel corridoio freddo di fianco alla sala operatoria, dove tu sei sdraiata, nuda, per l'ultima volta donna, bambina, femmina. Non mi senti e non mi vedi ma sono qui. Non ti lascio. Ho promesso che ci sarei stata fino alla fine e sono qui. Ti ho … Continua a leggere Sappiamo accettare?/La madre di Eva