Segnalazione: Alice in una bolla di Francesca Pellegrini

So che è il secondo post della giornata, ma quando mi si chiede, gentilmente, di segnalare i libri, cerco sempre di accontentare subito le persone! Inoltre ho vinto questo libro che l’autrice presto mi invierà, quindi tenetelo bene a mente che ci sarà una recensione! 

Titolo: Alice in una bolla
Autore: Francesca Pellegrini
Editore: Self-publishing
Pagine: 237
Prezzo: 0,99 € (ebook) – 12,59 € (cartaceo)

Sinossi:
Cosa c’è oltre la vita? Come si può tornare a vivere se ancora non si è morti? Alice ha ventidue anni quando la morte irrompe violenta nel suo mondo, distruggendolo. Quel giorno Alice perde tutto. Ciò che era prima non esiste più. Solo la presenza della sua migliore amica e un’indimenticabile vacanza in Sardegna riusciranno a rompere il muro di paura e dolore che la tiene prigioniera. Una storia d’amore e di rinascita che vi lascerà a bocca aperta, dopo avervi fatto divertire.


«Guardai in alto ma non cercai neanche il cielo, trovai i suoi occhi, che riuscivano ad ipnotizzarmi da quanto erano profondi. Quell’azzurro era il cielo che cercavo e quel bacio fu il più bello della mia vita».



Francesca Pellegrini nasce a Livorno nel 1980. Fin dall’infanzia nutre due grandi passioni: la lettura e la ginnastica artistica. A tre anni conosce a memoria il libro de “Gli aristogatti” e inganna tutti fingendo di saper leggere (riesce a seguire con il dito ogni parola mentre la “legge”). Quello sarà l’inizio di una grande carriera di “divoratrice di libri non scolastici”. Quando ha nove anni la sua zia preferita muore, a 23 anni, di leucemia, lasciando un vuoto che solo in parte viene colmato dalla nascita, neanche un mese dopo, di sua sorella che, al contrario di lei, con i libri ci farebbe volentieri un falò sulla spiaggia. La ginnastica le unisce e la casa si riempie di trofei e medaglie (certo alle olimpiadi non ci sono andate ma le soddisfazioni non sono mancate), fino a quando, a diciotto anni, Francesca smette di gareggiare e si mette a insegnare.
Nel frattempo si diploma all’Istituto Magistrale e lavora prima come baby-sitter, poi come commessa e volontaria in una struttura per bambini disabili. Nel 2005 lascia tutto per studiare come Operatore socio sanitario e una volta diplomata trova lavoro in alcune strutture per anziani. Intanto diversi fidanzati si sono avvicendati nella sua vita e lei, imperterrita, continua ancora a cercare il principe azzurro. Nel 2007 un’altra malattia si affaccia nel suo mondo e questa volta è proprio a lei che tocca farci i conti. Quasi contemporaneamente perde lavoro, fidanzato e tutte le sue certezze. Ma è qui che Francesca scopre una forza che non credeva di avere, è qui che la sua vita ricomincia. Nel 2008 fa un sogno, un brevissimo emozionante sogno, che trasformerà nel suo primo romanzo: Alice in una bolla.

Attualmente è la titolare, nella sua città, di un negozio di articoli usati per bambini. Vive con suo marito, il loro bambino di 3 anni (che come la mamma adora i libri) e Kuma, una dolcissima setter.

Blog autrice: http://francescapellegrini.com/

Annunci

2 pensieri su “Segnalazione: Alice in una bolla di Francesca Pellegrini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...